mes

Archivio blog

mess.

domenica 20 ottobre 2013

TINTARELLA E VITAMINE


Stiamo andando incontro alla bella stagione e tra poco ci esporremo ai raggi solari per una bella abbronzatura; occorre, prima di tutto ricordare che il sole è essenziale per la crescita e il mantenimento della salute delle ossa con particolare riguardo alla prevenzione dell’osteoporosi.
A questo proposito, potremmo definire la luce del sole come una vitamina.
E’ infatti l’elemento essenziale per la sintesi nel nostro organismo della vitamina D e secondo la moderna terminologia quest’ultima sostanza dovrebbe essere definita  ormone perché l’organismo, contrariamente a quanto avviene per le vitamine, è in grado di sintetizzarla da solo con l’intervento della luce solare.
Recenti esperimenti hanno dimostrato che solo l’esposizione al sole determina un significativo ed efficace aumento dei livelli plasmatici di vitamina D.
La ricerca è stata condotta in un gruppo di soggetti di età compresa tra i 72 e gli 86 anni e ha evidenziato che d’inverno, in seguito alla scarsa esposizione alla luce solare, i livelli plasmatici di vitamina D sono particolarmente bassi tanto da essere paragonabili a quelli riscontrati nei soggetti con gravi problemi di fragilità delle ossa.
In estate, invece, i livelli di vitamina D si elevano sino a raggiungere valori di 2 o 3 volte superiori  a quelli riscontrati in inverno.
La vitamina D è importante per la prevenzione dell’osteoporosi: malattia molto frequente tra gli anziani e che spesso compromette gravemente il loro stato di salute.
Questa vitamina agisce, infatti,stimolando l’assorbimento del calcio e del fosforo, elementi essenziali  per la formazione e il mantenimento della consistenza delle ossa.
Da quanto detto risulta che, oltre alla vitamina D, occorre anche il calcio e che senza quest’ultimo la vitamina D non può esercitare pienamente la sua azione benefica.
Una dieta ricca di calcio deve comprendere latte e latticini in abbondanza perché questi sono le uniche, vere e significative fonti di calcio della nostra alimentazione.
Le stesse raccomandazioni valgono anche per i bambini nei quali sono stati evidenziati gli stessi valori fluttuanti, tra inverno ed estate.
Questo è probabilmente uno dei motivi della maggiore crescita dei bambini durante il periodo estivo, purché nutriti adeguatamente.
Il latte e i latticini oltre a fornire calcio, contengono vitamina A, altro elemento  di cui deve essere ricca l’alimentazione estiva, infatti questa vitamina difende la pelle dagli effetti negativi del sole.

Carote e tutte le verdure di stagione come pomodori, peperoni, ecc. aiutano la tintarella, quindi si può attribuire al carotene una funzione cosmetica rafforzante l’abbronzatura e protettiva per la pelle.